Condividi:
vaccino covid19 - Fake news sui vaccini anti Covid: gli scienziati smontano le bufale

Le fake news sui vaccini anti Covid dilagano sui social network come Facebook e Twitter, ma anche su molti blog. Per far fronte a questa situazione si è mosso l’Istituto Superiore di Sanità spiegando esattamente cosa ne dice la scienza. Ecco le bufale più diffuse.

In questo articolo

Il vaccino a RNA è pericoloso perché modifica il DNA

FALSO. Tra le fake news sui vaccini anti Covid questa è una delle bufale che circola con più insistenza su social network e blog. I vaccino di Pfizer Biontech e Moderna sono basati sulla tecnologia RNA messaggero. L’obiettivo di questa tecnica – spiegano gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità – è solo quello di trasportare le istruzioni per produrre le proteine da una parte all’altra della cellula. Per questo si chiama “messaggero”. In questo caso l’RNA trasporta le istruzioni per la produzione della proteina utilizzata dal virus per attaccarsi alle cellule, la proteina denominata Spike. L’organismo grazie alla vaccinazione produce anticorpi specifici prima di venire in contatto con il virus e si immunizza contro di esso.

Fake news sui vaccini anti Covid: il vaccino è inutile perché l’immunità dura solo poche settimane

FALSO. Covid-19 è una malattia nuova. Non ci possono quindi ancora essere studi sulla durata dell’immunità sul lungo periodo. Gli studi fin qui disponibili confermano con certezza che l’immunità durerà perlomeno alcuni mesi. L’Iss spiega che «solo quando il vaccino sarà somministrato a larghe fasce di popolazione sarà possibile verificare se l’immunità durerà un anno, come accade con l’influenza, più anni, come accade con la vaccinazione antipneumococcica o se sarà necessario sottoporsi a richiami.

Il vaccino è inutile perché non uccide il virus e non ferma l’epidemia

FALSO. Gli esperti dell’ISS spiegano come l’obiettivo del vaccino sia quello di attivare le nostre difese immunitarie contro il virus per renderlo inefficace e quindi non farci ammalare. Più persone si vaccinano quindi, più sarà difficile per il coronavirus infettare persone.

Fake news sui vaccini anti Covid: dopo il vaccino potrò evitare di indossare la mascherina e potrò incontrare parenti e amici in libertà

FALSO. Anche dopo essersi sottoposti alla vaccinazione bisognerà continuare a osservare misure di protezione nei confronti degli altri, come la mascherina, il distanziamento sociale e il lavaggio accurato delle mani. Ciò sarà necessario finché i dati sull’immunizzazione non mostreranno con certezza che oltre a proteggere sé stessi il vaccino impedisce anche la trasmissione del virus ad altri.

I vaccini anti Covid sono stati preparati troppo in fretta e non sono sicuri

FALSO. I vaccini sono approvati dalle Autorità competenti solo dopo averne verificato i requisiti di qualità e sicurezza, come per tutti i farmaci sul mercato.

È inutile vaccinarsi contro il Sars CoV-2 perché il virus è già mutato e il vaccino è inefficace

FALSO. Gli esperti dell’Iss spiegano che non ci sia alcuna prova scientifica che la mutazione del virus rilevata nel Regno Unito possa avere effetti sull’efficacia della vaccinazione. I vaccini determinano la formazione di una risposta immunitaria contro molti frammenti della proteina cosiddetta Spike, quella, per intenderci, prodotta dal virus per attaccarsi alle cellule e infettarle. Quindi anche se ci fosse stata una mutazione in alcuni frammenti della proteina Spike è improbabile che possa essere sufficiente a rendere il vaccino inefficace.

Fake news sui vaccini anti Covid: i vaccini costano tanto, potranno vaccinarsi solo i ricchi

Falso. I vaccini in Italia saranno resi disponibili gratuitamente per tutti i cittadini, a partire dalle categorie individuate come prioritarie. La vaccinazione, seppur con tempi diversi, sarà offerta a tutti.

Leggi anche…

Fonte : Ok Salute

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy