Condividi:
194035008 672236b3 dac8 4367 926e c88521f24818 - Fuori dall'Europa, restando in Europa: l'escamotage contro i divieti da Covid del tour operator dei Millennials WeRoad

La parola magica di WeRoad, comunità di viaggiatori che strizza l’occhio ai Millennials, è “Operazione Lungoraggio”. Il che vuol dire una bella vacanza uscendo dai confini europei, (anche di molto) ma restando in definitiva nel Vecchio Continente. O per lo meno sotto la sua egida. Come è possibile? Semplice: basta avere il Green pass e uno spirito avventuroso. A bypassare ( legalmente) la normativa entrata in vigore lo scorso febbraio che vieta viaggi di piacere fuori dai confini europei, ci pensa We Road

Come, ce lo spiegano gli organizzatori: “In varie parti del mondo esistono territori che sono sotto la giurisdizione di stati europei. E che quindi fanno parte formalmente dell’Unione anche se distanti migliaia di chilometri e diverse ore di aereo. Ed è lì che portiamo i nostri viaggiatori”. Così, già da questo mese, voglia di avventura e zaino in spalla, si potranno scegliere cinque destinazioni. Una di queste è L’Isola della Réunion, paradiso nell’Oceano Indiano (parte integrante della république francese) con le sue spiagge bianchissime, la foresta e il vulcano Piton de la Fournaise, che ogni tanto si risveglia regalando atmosfere bollenti.  “Con Operazione Lungoraggio vogliamo far tornare le persone a sentire il brivido del jet lag o di arrivare in un luogo di una cultura completamente sconosciuta. Insomma, vogliamo far tornare le persone a scoprire il mondo.” – spiega Erika De Santi, co-founder di WeRoad tour operator da 1 milione di follower sui social, che si avvale del lavoro di 450 coordinatori e che in pochi ha portato in giro per il globo oltre 20 mila persone.

Dal fuoco al ghiaccio, altra destinazione possibile: la Groenlandia. Terra incontaminata (fa parte della Danimarca) per un itinerario alla scoperta di ghiacciai, iceberg, foche, volpi polari e caribù. Un’isola a forma di farfalla? Guadalupe nelle Antille francesi, bagnata dal Mar dei Caraibi da una parte e dall’Oceano Indiano dall’altra. Ed ecco la Martinica, perla tra i Caraibi che è a tutti gli effetti un pezzetto di Francia. Le acque sono cristalline e le spiagge sabbiose, che da nere a Nord diventano sempre più bianche scendendo verso Sud.  E infine le Isole Faroe, un arcipelago di 18 isole vulcaniche collegate tra loro da tunnel, traghetti strade rialzate e ponti. “Una destinazione unica al mondo soprattutto per gli amanti del trekking e della natura>, promettono da WeRoad.

“Nel febbraio del 2021 per primi abbiamo fatto partire i corridoi turistici verso le Canarie, sembrava un sogno, e invece ci siamo riusciti – continua Erika De Santis -. Ora vogliamo di nuovo fare l’impossibile: tornare subito a far viaggiare fuori dall’Europa, con tutti i mezzi a nostra disposizione perché siamo nati per questo, per connettere persone, storie e culture in tutto il mondo”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy