Condividi:

Via libera del Consiglio dei ministri al nuovo decreto sul Green Pass, che prevede l’obbligo del certificato verde per il personale scolastico e universitario e per gli studenti universitari. Certificato obbligatorio anche per chi usa trasporti a lunga percorrenza dal primo settembre: aerei, traghetti e treni che attraversano i confini di una o più Regioni. La capienza dei mezzi sia locali che a lunga percorrenza, grazie al Green Pass, aumenta dal 50% all’80%. Il certificato non sarà necessario per i trasporti locali.

I trasporti

Il titolo del decreto è “Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, in materia di università e dei trasporti” ed è stato approvato dal governo all’unanimità. Il ministro dei Trasporti Enrico Giovannini ha spiegato che il Green Pass sarà obbligatorio “per l’accesso ai voli aerei, a navi e traghetti per servizi di trasporto interregionali e sui treni Intercity, Intercity notte e alta velocità; sugli autobus se il percorso collega più di due regioni e per il noleggio con conducente ad esclusione degli autobus impiegati in servizi aggiuntivi di Regioni e Comuni, come quelli per le scuole. L’obbligo non si applica ai soggetti esenti o esclusi dalla campagna vaccinale. Tutto questo scatta dal 1 settembre, fino al 31 dicembre”. Non c’è bisogno del certificato per attraversare lo Stretto di Messina: la navigazione viene paragonata a un trasporto locale.

Trasporto pubblico, Giovannini: “Ci sarà gestione più adeguata, già a maggio abbiamo avuto meno problemi che in passato”

785391 thumb rep trasporto pubblico giovannini ci - Green Pass, nel nuovo decreto obbligo per il personale scolastico. Niente stipendio dopo 5 giorni di assenza

I numeri dei vaccini

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha dichiarato che finora sono stati scaricati 53 milioni di Green Pass, mentre le dosi di vaccino contro il coronavirus somministrate sono state 70 milioni. “Lo strumento del Green Pass” ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza “punta a valorizzare i vaccini, la chiave per aprire una stagione diversa. Tutti gli istituti nel mondo ci stanno dicendo che sono efficaci e sicuri. Il messaggio del governo è di continuare su questa strada perché i vaccini sono la vera svolta”. Gamechanger li ha chiamati Speranza: “I vaccini sono l’elemento che sta cambiando la partita in corso”.

Speranza: “Numeri incoraggianti sui vaccini, Italia pronta anche per la terza dose”

785387 thumb rep speranza vaccini stanno andando  - Green Pass, nel nuovo decreto obbligo per il personale scolastico. Niente stipendio dopo 5 giorni di assenza

La scuola

I docenti che non avranno il certificato saranno sospesi e non riceveranno lo stipendio dopo 5 giorni di assenza. Tutto il personale della scuola e dell’università, si legge nel decreto, “al fine di garantire la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale d’istruzione”, dovrà avere ed esibire il Green pass. “Il mancato rispetto delle disposizioni è considerata assenza ingiustificata e, a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento”.

L’anno scolastico 2021-2022, ribadisce il decreto, si svolgerà “prioritariamente in presenza” sia per le scuole che per l’università. L’obiettivo è “assicurare il valore della scuola come comunità e tutelare la sfera sociale e psico-affettiva della popolazione scolastica”. Le mascherine saranno ancora obbligatorie dai sei anni in su, a eccezione dell’ora di ginnastica. Il governo non esclude che si possa stare in classe senza mascherina laddove gli studenti “abbiano tutti completato il ciclo vaccinale o abbiano un certificato di guarigione”. I controlli sui Green Pass e sulle altre misure di controllo del virus spettano ai dirigenti scolastici.

Bianchi: “La scuola sarà in presenza, per insegnanti senza green pass prevista la sospensione”

785390 thumb rep bianchi la scuola torna in prese - Green Pass, nel nuovo decreto obbligo per il personale scolastico. Niente stipendio dopo 5 giorni di assenza

Resteranno anche le regole sul distanziamento, con almeno un metro tra un individuo e l’altro nelle aule e negli spazi comuni. A meno che, ha precisato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, “le condizioni strutturali degli edifici non lo consentano”. Bianchi ha auspicato un programma di screening periodico per studenti e docenti (probabilmente con test salivari) demandando il compito al commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo.

Il ministro ha inoltre ricordato che la vaccinazione tra il personale scolastico ha comunque raggiunto livelli altissimi, di fatto attorno al 90%. Per gli studenti universitari non vaccinati, ogni ateneo con la sua autonomia può prevedere percorsi paralleli a distanza. Il tampone rapido nelle farmacie può essere eseguito al prezzo calmierato di 8 euro per i minorenni (per i maggiorenni il prezzo sarà di 15 euro) almeno fino al 30 settembre.

La Dad

La didattica in presenza potrà essere abbandonata, secondo il decreto, solo in casi eccezionali. I governatori potranno disporre la didattica a distanza solo per “specifiche aree del territorio o per singoli istituti”, “esclusivamente in zona rossa o arancione” e “in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus o di sue varianti nella popolazione scolastica”.

Si accorcia la quarantena

Sarà più breve la quarantena per chi ha completato il ciclo vaccinale ed entra in contatto con un positivo al Covid: dovrà rimanere in isolamento non più dieci giorni ma sette, al termine dei quali dovrà fare un tampone.

I volontari del vaccino ReiThera

Fra i 900 volontari che avevano partecipato alla fase due della sperimentazione del vaccino italiano ReiThera, 600 erano stati pienamente immunizzati. Per loro, secondo un’ordinanza del Ministero della Salute, non ci sarà un Green Pass, ma solo un certificato di esenzione temporanea alla vaccinazione valida fino al 30 settembre. A rilasciare il certificato sarà il medico responsabile del centro dove è stata fatta la somministrazione.

San Marino e lo Sputnik

Un’esenzione è prevista dal decreto anche per i cittadini residenti a San Marino, dove la maggior parte della popolazione è vaccinata con Sputnik, il farmaco russo non riconosciuto dall’Agenzia europea per i medicinali Ema. Per loro è prevista l’esenzione fino al 15 ottobre.

Gli stadi

Il Consiglio dei Ministri ha anche dato mandato al Dipartimento dello Sport di fornire le linee guida per la presenza agli eventi sportivi all’aperto del 50% del pubblico con certificazione verde e in modalità a scacchiera, dunque con la possibilità di occupare un seggiolino sì e uno no, nonostante questa disposizione non garantisca il distanziamento tra i tifosi. Nei palazzetti al chiuso la presenza dal 25% al 35% dei posti totali.

Le proteste

A Napoli si è riunito un piccolo drappello di manifestanti, che ha urlato la sua rabbia contro il Green Pass e ha distrutto a martellate una finta televisione con i loghi dei telegiornali. I dimostranti hanno definito i giornalisti “terroristi” e denunciato il governo che “chiede il Green Pass a noi, ma non ai clandestini”. Una protesta è stata organizzata anche a Torino, dove circa 3.000 persone si sono radunate in piazza Castello.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy