Il consigliere regionale dem della Toscana Iacopo Melio  con dei post sui social solidarizza con Alice Merlo, da alcuni mesi testimonial della campagna promossa da UAAR (Unione  atei e agnostici razionalisti) sulla pillola abortiva. Alcuni suoi manifesti sono diventati bersaglio di anti abortisti che vi hanno disegnato simboli nazisti e fascisti.

Scrive Iacopo Melio: ” Una svastica in fronte.È ciò che hanno disegnato alla mia amica Alice Merlo, testimonial della campagna promossa da UAAR sulla pillola abortiva, aiuto fondamentale per chiunque voglia interrompere una gravidanza: perché sì, maestrini e maestrine, gli anticoncezionali non sempre funzionano, e perché no, moralisti e moraliste, non sempre le gravidanze sono desiderate, soprattutto in seguito a violenze e stupri.

Persone, se così possiamo definire chiunque neghi un diritto altrui, alle quali tutto è sempre filato liscio, e per questo non riescono a sviluppare quel briciolo di empatia necessaria per lasciare gli altri liberi di fare del proprio corpo, e della propria vita, ciò che desiderano, soprattutto quando le scelte sono scomode (perché la società le rende tali, colpevolizzando) ma necessarie.

I veri assassini siete voi, con la vostra ignoranza ai danni anche di chi niente vi ha chiesto e niente vi chiederà mai, se non di essere lasciato in pace.

PS: siete talmente dei buzzurri che ancora non avete imparato a disegnarlo, quel simbolo lì (non che sia necessario, intendiamoci). Un marchio di dittatura e di morte, proprio voi che dite di stare con la democrazia e con la vita. Vergogna”.