Condividi:
194415394 e29b5f19 3429 4b61 b2fc 05fe754ffd26 - Il dramma di Artin, il piccolo migrante iraniano affogato nella Manica e ritrovato in Norvegia

LONDRA – Il primo gennaio 2021 il corpo sfigurato di un bambino in tutina di jeans con cappuccio e un giubbetto salvagente riemerge dal Mare del Nord a Karmoy, Norvegia, sulla costa sud-occidentale. È irriconoscibile, è rimasto in acqua per molto tempo. La polizia norvegese si attiva. L’unico indizio è proprio quella tutina blu. “Non era di una marca che si trova in Norvegia”, spiega oggi Camilla Tjelle Waage, a capo delle operazioni di polizia locali, “abbiamo capito presto che non si trattava di un bambino del nostro Paese”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy