Condividi:
csm NewTom and Fujifilm 2523af9b9b - La tecnologia a immagini protagonista a NewTom Forum

Si è parlato dei più recenti sviluppi della tecnologia CBCT dedicata agli specialisti che operano in odontoiatria, chirurgia maxillo-facciale, otorinolaringoiatria, ortopedia, e radiologia alla quinta edizione del congresso scientifico internazionale “NewTom Forum 2021-The Pioneer Of The Cone Beam CT”, organizzato dalla Business Unit Medical Equipment del Gruppo Cefla per celebrare i 25 anni dalla nascita di NewTom. Il congresso si si è svolto presso l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

Il dottor Michele Manacorda è Referente del reparto di Diagnostica prechirurgica e Implantologia Computer Assistita presso l’Unità Operativa di Odontoiatria dell’IRCCS San Raffaele.

In questo articolo

La rivoluzione della diagnostica per immagini

NewTom ha rivoluzionato la diagnostica per immagini, grazie alla continua innovazione nel campo della tomografia computerizzata applicata all’ambito medico specialistico. Al congresso hanno partecipato diversi esperti e medici clinici provenienti da oltre 100 Paesi.

NewTom è una storia d’eccellenza italiana. Nel mondo, la tecnica della ricostruzione tomografica di volumi basata sull’acquisizione di proiezioni radiografiche bidimensionali con emissione raggi a fascio conico era già stata utilizzata. Negli anni 80 veniva impiegata su prototipi per esami ‘in vitro’, su sistemi di microTC per uso industriale e su simulatori per radioterapia come supporto ai piani di trattamento. Solo con NewTom, però, nel 1996 è stato possibile realizzare NewTom 9000, il primo vero dispositivo per utilizzo sui pazienti, rivoluzionando così le tecniche diagnostiche. Anche la denominazione CBCT (Cone Beam Computed Tomography) ha avuto origine in quell’occasione. In precedenza i dispositivi prototipali sopra citati venivano chiamati sistemi di ‘Tomografia Computerizzata Fluoroscopica’.

Quali sono i vantaggi?

Innanzitutto il nuovo dispositivo è meno costoso, facile da mantenere e semplice da utilizzare. Ma c’è di più. Ha da subito messo a disposizione degli utilizzatori le funzionalità di “imaging” tridimensionale, fino ad allora proprie delle tradizionali TAC. La risoluzione è maggiore e la dose di radiazioni inferiore. In questo modo si garantisce precisione diagnostica e minore invasività dell’esame. Aspetto da non sottovalutare è la difficoltà di accesso agli esami TAC delle grandi strutture ospedaliere. Con la nuova macchina dotata di software specialistico ottimizzato veniva finalmente permesso alla diagnostica radiologica 3D di aprirsi al settore odontoiatrico.

Il ruolo del gruppo Cefla

«Il Gruppo Cefla ha l’innovazione nel suo DNA. Lo confermano i continui investimenti in ricerca e sviluppo di soluzioni in grado di migliorare e supportare l’operato dei clinici, le molteplici collaborazioni attive con le migliori università del mondo e le pubblicazioni scientifiche che ogni anno attestano l’eccellenza dei prodotti offerti da Cefla Medical. Godiamo infatti di una lunga storia di relazione e collaborazione con esperti provenienti da tutto il mondo. Vogliamo continuare ad essere innovatori. Se il futuro si baserà sull’intelligenza artificiale, Cefla rivestirà un ruolo primario nell’applicazione di algoritmi in grado di supportare i clinici per migliorare ancora, aumentando la capacità diagnostica e abbassando ulteriormente la dose di radiazioni verso il paziente», sostiene Paolo Bussolari è direttore generale di Cefla.

Leggi anche…

Fonte : Ok Salute
Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy