Condividi:
153848216 12acc33e f908 492b b810 35497e9e8930 - Manifestazione No Vax a Firenze, via libera al solo presidio

C’è stata incertezza fino all’ultimo sulle modalità di svolgimento. Il timore di disordini e di proteste violente. Alla fine la manifestazione di domani contro l’obbligo di Green pass a Firenze si terrà sotto forma di presidio.

I sostenitori, che arriveranno probabilmente da più province della Toscana, si riuniranno così dalle 10.30 in piazza Santa Maria Novella. La questura, dopo il confronto con il Viminale, ha preferito non correre rischi. E il corteo, inizialmente richiesto dai promotori, si è trasformato in un raduno statico, senza spostamenti nelle strade del centro storico, per decisione degli stessi organizzatori. Anche se si attende l’esito di una nuova riunione questo pomeriggio

Troppe perplessità da parte delle forze dell’ordine dopo i fatti accaduto lo scorso sabato a Roma, quando un gruppo estremista ha assalto la sede nazionale della Cgil e si sono susseguiti scontri con la polizia. E pure a Firenze il 30 ottobre dello scorso anno ci furono momenti di guerriglia nella zona di piazza della Repubblica, dopo che anarchici all’interno del corteo di protesta contro il Dpcm iniziarono lanci di bottiglie, bombe carta e distruzione di fioriere.

Via libera quindi alla manifestazione di protesta contro il certificato verde, ma è stata scelta la strada della prudenza. I numeri della partecipazione ancora non sono chiari. Tuttavia su social e gruppi Telegram continuano a rimbalzare appelli ad aderire, inviti e volantini dell’iniziativa in piazza. Gli organizzatori, che si presentano come “studenti contro il Green Pass” e “cittadini toscani”, ribadiscono che sarà un appuntamento totalmente pacifico. “A scanso di equivoci la nostra è una protesta antifascista – sottolineano i promotori – non violenta, per la tutela dello stato di diritto e dello stato sociale”. Le prossime saranno ore di attesa per capire lo scenario che si presenterà a Firenze domani, nel primo giorno di obbligo del Green Pass per poter lavorare.  

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy