Condividi:

LONDRA. Meghan entrerà in politica? Non è escluso. Ma almeno ieri a Buckingham Palace hanno tirato un sospiro di sollievo. Stavolta, ospite della star della tv americana Ellen DeGeneres, Meghan Markle non ha rilasciato nessuna rivelazione esplosiva sulla famiglia reale e sulla sua precedente vita a Londra, come invece già accaduto durante l’intervista con Oprah Winfrey in cui addirittura accusò i Windsor di razzismo contro il suo primogenito Archie. No, questa volta è andato tutto liscio. Anzi, persino troppo: tanto che il Telegraph già la definisce un’intervista fasulla, “dozzinale” e “di plastica”.

In effetti, a molti è sembrata principalmente un’occasione soprattutto per spolverare a livello mondiale il brand dei duchi del Sussex. Per esempio, DeGeneres a Meghan non le ha posto nemmeno una domanda sull’ultimo, scottante, caso, quello delle incongruenze dell’ex attrice americana sulle lettere al padre finite in una disputa legale con il Mail on Sunday e delle apparenti bugie sugli incontri sinora segreti con gli autori della recente biografia ufficialmente non autorizzata, Libertà, che invece pare sempre più orchestrata con la duchessa e il suo staff. 

Invece Meghan, stavolta senza il marito Harry e con un maglione bianco su pantaloni neri, ha parlato soprattutto della sua vita in California e del suo impegno in politica sempre più marcato, della crescita di Archie, dei festeggiamenti di Halloween e del suo ultimo libro per bambini La panchina (ora anche in Italia per Ape Junior, Salani). “Era nato originariamente come una poesia che avevo scritto per Harry: vedere un padre come lui è la cosa più meravigliosa”, ha rivelato l’americana, “poi però degli amici ci hanno detto che quei versi avevano grande potenziale e allora abbiamo deciso di tramutarlo in un racconto per bambini”.

Sempre su Harry, Meghan ha rivelato il racconto di una serata segreta passata insieme a una festa di Halloween a Toronto, in Canada, prima che il loro fidanzamento diventasse ufficiale nel 2016. Poi, mentre la duchessa di Cambridge, Kate Middleton, sfilava a Londra con un vestito verde riciclato, Markle ha mostrato al pubblico una foto di come il piccolo Archie cibi le galline nel pollaio della loro magione da 15 milioni di euro a Montecito, in California, ha invitato DeGeneres a cena per il giorno del ringraziamento e ha donato in diretta 20mila dollari a una donna del pubblico, presidente di una associazione no profit che aiuta i bambini in difficoltà.

Tra le righe, però, la duchessa del Sussex ha confermato anche il suo crescente impegno politico negli Stati Uniti. Durante l’intervista ha detto di aver telefonato personalmente a diversi senatori americani per la sua battaglia su congedo di maternità e paternità, parte di un nuovo pacchetto di riforme del presidente Joe Biden. Ma questo potrebbe essere solo l’inizio di una possibile carriera politica in America per Meghan.

Diversi analisti oltreoceano pensano che Markle, già apparsa all’assemblea generale dell’Onu, possa presto entrare nelle fila del partito democratico e possibilmente candidarsi, come rappresentante al Congresso e forse qualcosa di più. Vedremo. 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy