Condividi:

Una medaglia celebrativa delle Grotte di Castellana, ritrovata a migliaia di chilometri dal famosissimo sito carsico in provincia di Bari. “In che anno è stata realizzata?” è la domanda che si è posto Osama Habib, ragazzo originario della Giordania che ha ritrovato la medaglia durante una gita nella Valle del Giordano. E per trovare risposta ha contattato sui social un castellanese doc, Giandomenico Laera.

“Come ci sarà finita lì una medaglia che raffigura le grotte di Castellana è per me ancora un mistero – scrive nell’appello Laera – Nel frattempo Osama, che probabilmente avrà contattato tanti castellanesi per scoprire le origini di questo suo ritrovamento, ha voglia di conoscere la storia della medaglia, il possibile valore e la stima di quanti pezzi possano essere stati prodotti”. E fornisce dettagli sull’oggetto: da un lato è raffigurata la grave delle grotte e dall’altro è scolpita una scritta ‘La Postumia delle Puglie’, lo stemma del Comune di Castellana Grotte e ancora la scritta Grotte di Castellana – Bari.

In tanti hanno accettato la sfida lanciata attraverso internet, tra cui lo stesso ente che gestisce le Grotte di Castellana, che ha assicurato di aver iniziato le ricerche sulle origini della medaglia. E nel frattempo a Laera sono arrivati i primi suggerimenti sulla datazione. Ad esempio quello di Simone Pinto, esperto di storia ed ex sindaco del comune barese: “Potrebbe trattarsi di una medaglia di rappresentanza fatta coniare dal Comune negli anni immediatamente successivi alla scoperta, e, azzarderei, non oltre gli anni Cinquanta – spiega – La definizione delle nostre Grotte, come Postumia delle Puglie, è quella coniata dal professor Franco Anelli, lo speleologo che per primo individuò il sito, all’indomani della fortunata alba del 23 gennaio 1938, e ripetutamente utilizzata dai media del tempo almeno fino al termine della seconda guerra mondiale. Ovvero fino a quando Postumia era ancora in territorio italiano”.

Pinto poi aggiunge: “Anche la stessa definizione, al plurale, della nostra regione (Le Puglie), indurrebbe a pensare che si tratti di un periodo antecedente al 1948, o comunque non tanti anni oltre, ovvero fino a quando la denominazione Puglia fu definitivamente consacrata dalla Costituzione (art. 131)”. 

Sulla stessa linea d’onda anche Pino Pace, un cultore del sito carsico: “Una cosa penso di potere già affermare, ovvero che la medaglietta dovrebbe risalire ai primi anni ’50 -all’epoca cioè nella quale era direttore delle Grotte il professore Franco Anelli; infatti il motto la Postumia delle Puglie compare per la prima volta sui titoli dei giornali italiani nel 1949, quando il professore era da poco giunto a Castellana e aveva assunto la direzione del complesso carsico. Nel 1950, inoltre, ci fu il primo congresso nazionale di speleologia che si tenne a Bari, e Castellana fu sede di una delle escursioni; potrebbe essere stata realizzata per quell’occasione?”.

Tutte ipotesi che attendono di avere un riscontro ufficiale, così da poter essere comunicate a Osama. Intanto la ricerca continua, con Laera che si propone come collettore delle proposte. “Chiunque sia in possesso di informazioni circa questa medaglia mi può contattare via email all’indirizzo giandomobile@gmail.com – conclude – Diamo una mano a questo ragazzo e cerchiamo insieme di ricostruire la storia di questo curioso ritrovamento che ha portato una medaglia raffigurante le grotte di Castellana dall’altro lato del Mediterraneo”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy