Condividi:

Era una miscela tutta africana di orgoglio e ingenuità, Mama Sarah, un personaggio a metà strada fra le galline della sua casa nel villaggio di Kogelo e lo Studio Ovale. La nonna di Barack Obama, morta questa mattina nell’ospedale di Kisumu, sulle rive del lago Vittoria, aveva probabilmente 99 anni. Era nata “più o meno” nel 1922, ai tempi delle prime voglie di indipendenza del Kenya, ispirate al Dio serpente Mumbo, quando i governanti britannici non si preoccupavano troppo dell’anagrafe.

In realtà l’ex presidente era un nipote acquisito, perché Sarah Ogwell ne aveva sposato il nonno dopo che questi aveva avuto Barack senior da un’altra donna, poi scomparsa. Ma non c’era da essere troppo fiscali, davanti alla gioia di vedere uno di famiglia farsi largo in un contesto così lontano da essere quasi incomprensibile. Quasi, appunto, perché Mama Sarah aveva rivendicato senza esitare un ruolo da matriarca, capace di trasformare in autorità e carisma la luce riflessa.

La casa in muratura, costruita dal nipote ai tempi del mandato da senatore, era diventata un punto di riferimento per la politica e soprattutto per la speranza. Il messaggio nemmeno troppo nascosto era semplice: a volte i sogni si avverano. Dall’ombra dei manghi di Kogelo al Giardino delle rose di Washington la strada è difficile, ma non impossibile. E se le briciole di potere e gli scampoli di notorietà arrivano a portata di mano, bisogna farli fruttare per fare del bene. Magari per raccogliere fondi e pagare la scuola agli orfani o sostenere le vedove, con un piglio che Raila Odinga, leader dell’Orange Democratic Movement, ha celebrato come “simbolo della resilienza e della fiducia delle donne africane, con una capacità unica di affrontare le sfide della vita”.

Nemmeno l’ictus che l’aveva colpita nel settembre scorso aveva piegato la personalità di Mama Sarah. Aveva anche problemi di glicemia, e quando ieri è stata nuovamente ricoverata all’ospedale Jaramogi Oginga Odinga, i medici hanno potuto fare ben poco.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy