Condividi:

Meno sicurezza per aumentare la produttività. L’ipotesi accusatoria emersa fin dalle prime ore delle indagini sulla tragica morte di Luana D’Orazio, operaia 22 enne morta stritolata da un macchinario nel distretto tessile di Prato, sembra trovare una pesante conferma investigativa. Lo confermerebbe anche la perizia effettuata alcuni giorni fa sul macchinario: il quadro elettrico dell’orditoio al quale stava lavorando Luana sarebbe stato manomesso. E’ quanto trapela dagli inquirenti che stanno indagando sulla morte della giovane operaia dell’orditura di Oste di Montemurlo avvenuta lo scorso 3 maggio.

Durante il sopralluogo dei periti sarebbe stata infatti accertata la manomissione del quadro elettrico per permettere il funzionamento del macchinario anche senza che vi fosse la saracinesca di sicurezza abbassata. Protezione che sarebbe stata rimossa, si ipotizza per velocizzare il lavoro. Nell’avviso di accertamento tecnico della procura, è stato scritto che gli indagati “rimuovevano dall’orditoio marca Karl Mayer TexilmachineFabrik Gmbh la saracinesca protettiva, ovvero un meccanismo destinato a prevenire infortuni sul lavoro”. E già sull’orditoio gemello – anch’esso sequestrato – era stata accertata l’assenza della fotocellula di sicurezza. La relazione del perito potrebbe essere consegnata alla Procura della Repubblica di Prato già nei prossimi giorni.

Proprio ieri in procura a Prato era stata a lungo interrogata la titolare dell’azienda in cui è avvenuta la tragedia. Luana Coppini (per un tragica fatalità l’azienda si chiama  proprio “Orditura Luana”), che fin dalle prime ore successive al dramma aveva detto di volersi occupare del bimbo della sua dipendente rimasto orfano, ieri ha risposto alle domande degli inquirenti. Il marito ha scelto invece di non parlare.

150521025 df78452e 3dc0 4403 a0e6 590b3b5595bb - Morte di Luana: la perizia dice che il quadro elettrico era stato manomesso

Come noto la tesi accusatoria si concentra proprio sulla saracinesca di protezione, un meccanismo che bloccando la produzione è garanzia di tutela L’orditoio è un macchinario da un milione di euro, che serve a comporre i tessuti dove i fili girano su due grossi rulli.

Il mondo di Luana

175355829 94cc3067 f0ea 4cf7 b8f3 6841a3089f7f - Morte di Luana: la perizia dice che il quadro elettrico era stato manomesso

Resta inoltre da definire quale fosse la reale mansione di Luana D’Orazio assunta da poco e forse non titolata a lavorare da sola al macchinario ma solo in supporto ad operai più esperti.

Prato, che cos’è l’orditoio e come funziona

770960 thumb rep che cos e l orditoio - Morte di Luana: la perizia dice che il quadro elettrico era stato manomesso

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy