Condividi:

Il consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità una dichiarazione in cui condanna fermamente la morte di civili in Myanmar e in cui si esprime preoccupazione per il deterioramento della situazione.

La dichiarazione adottata dai membri del Consiglio di Sicurezza è frutto di un duro negoziato durato due giorni, ed è stata in gran parte ammorbidita per superare l’opposizione della Cina.

Nelle precedenti versioni, infatti, si affermava che l’organo Onu era “pronto a considerare nuovi passi”, alludendo alla possibilità di sanzioni contro i militari che hanno preso il potere. Opzione bloccata più volte da Pechino. Nel testo finale, invece, si menziona soltanto che i Quindici rimarranno “attivamente impegnati sulla questione”. Inoltre, si ribadisce “la necessità di rispettare pienamente i diritti umani e perseguire il dialogo”, chiedendo ai militari di “esercitare la massima moderazione”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy