Condividi:

KABUL – Velo islamico obbligatorio per le giornaliste televisive e le presentatrici. Niente attrici nelle fiction tv, se possibile. Queste le nuove linee guida messe a punto dal governo dei talebani per la televisione afghana.

Indicazioni giudicate ”vaghe” da alcuni osservatori, e quindi passibili a interpretazioni. Sul velo, ad esempio, non si dice quale debba essere indossato. Le nuove regole riguardano anche gli uomini, dato che si vieta qualsiasi film considerato contrario ai valori afghani e alla Sharia, la legge islamica. Vietato, ad esempio, mostrare parti intime del corpo maschile.

Proibita anche la messa in onda di commedie e spettacoli di intrattenimento che siano considerati di insulto alla religione o offensivi nei confronti dei cittadini afghani.

La tv non potrà inoltre trasmettere i film stranieri che promuovono valori culturali di altri Paesi. Finora i canali televisivi afghani trasmettevano molti film stranieri con protagoniste femminili.

Secondo quanto riferito alla Bbc dalla giornalista Hujjatullah Mujaddedi, alcune regole imposte sono impraticabili e porterebbero alla chiusura della televisione. I talebani hanno difeso le restrizioni affermando che si tratta di misure finalizzate alla ”sicurezza” delle donne che lavorano in tv.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy