Condividi:
164554039 70c1f466 87c1 4f4d b2f3 495720b14ea8 - Smog: Agenzia Ue, Firenze città più inquinata in Italia negli ultimi sette giorni. Il sindaco: "Massima attenzione"

 La settimana scorsa è stata Firenze la città italiana con i più alti livelli di smog, registrando 37 microgrammi di biossido di azoto al metro cubo.
Lo rende noto l’Agenzia europea dell’ambiente, che pubblica regolarmente una mappa delle città europee e la loro concentrazione di biossido di azoto, un inquinante dell’aria prodotto dal traffico che provoca problemi respiratori.
Dopo Firenze, in Italia si trovavano Genova (32), Torino (28) e Cagliari (27). Al contrario, Ancona riportava soltanto 6 microgrammi.
La buona notizia arriva invece da Eurostat e riguarda le capitali Ue: in media la concentrazione di biossido di azoto è scesa a 20 microgrammi rispetto ai 22 microgrammi di due anni fa. Ma Roma, che a giugno ha riportato 25 microgrammi, si conferma più inquinata delle altre capitali. La maglia nera va ad Atene (39 microgrammi), seguita da Budapest (38) e Zagabria (27). All’estremo opposto, Tallinn (13), Lisbona (14) e Vienna (15).

Le parole del sindaco Nardella

 “La settimana scorsa Firenze è stata la città italiana con i più alti livelli di smog, con 37 microgrammi di biossido di azoto al metro cubo, secondo quanto riportato dall’Agenzia europea dell’ambiente. E’ probabile che questo innalzamento sia dovuto anche al fatto che, a causa dei lavori sull’A1, molto traffico si è riversato sulla viabilità ordinaria e quindi anche sulle strade della città. Ma il dato è comunque preoccupante”.

Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, commentando i dati sull’inquinamento atmosferico.
Nardella ha ribadito che la città “ha bisogno di cambiamenti profondi nel sistema della mobilità e che il nostro lavoro di questi anni va nella giusta direzione. Abbiamo già realizzato 17 km di rete tramviaria in esercizio, 94 km di piste ciclabili e 9 km di corsie ciclabili e negli ultimi 5 anni abbiamo rinnovato il parco autobus del 55% con circa 200 nuovi mezzi. Sul fronte dell’energia elettrica abbiamo 410 punti di ricarica dei veicoli elettrici in area pubblica e 6 colonnine di ricarica superfast riservate ai taxi con possibilità di prenotazione; è attivo inoltre il servizio di sharing con 900 monopattini elettrici, 600 scooter elettrici, 100 auto elettriche, il servizio di bike sharing con 1.000 e-bike e 2.000 standard bike; e sono state concesse 72 nuove licenze per taxi elettrici e 226 taxi ibridi su 790 taxi totali. C’è già il divieto di circolazione ai veicoli inquinanti (fino a Euro 4 diesel) nel centro storico e in alcuni tratti dei viali di circonvallazione nei giorni feriali dalle 8.30 alle 18.30”. Tra i progetti futuri, ha concluso il sindaco, “ci sono lo Scudo Verde, una zona a basse emissioni estesa al 66% della superficie del centro abitato con 81 varchi telematici e divieto di accesso fino all’Euro 4, ulteriori 22 chilometri da tramvia già progettati e finanziati e 12 da finanziare, la nascita della Smart City Control Room per la gestione digitale dei flussi di traffico, l’implementazione della rete ciclabile con altri 10 chilometri di ciclovie e altre nuove 100 colonnine di ricarica”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy