Condividi:

La terza dose è sicura ed efficace anche sulla popolazione dai 18 ai 55 anni. Dopo il via libera dell’Agenzia europea del farmaco per i pazienti fragili e per le persone sopra i 60 anni è arrivato il via libera anche per tutti gli adulti. I richiami possono essere effettuati con i due vaccini a tecnologia mRna autorizzati in Europa, quindi Pfizer BioNTech e Moderna. Non c’è alcun problema a procedere alla cosiddetta vaccinazione eterologa, quindi con vaccini diversi. Anzi, alcuni studi hanno dimostrato una maggiore protezione. Ricordiamo che devono passare almeno sei mesi dall’ultima vaccinazione e la terza. Anche gli effetti collaterali sono simili a quelli della seconda dose.

In questo articolo

Terza dose del vaccino: differenza tra booster e dose addizionale

L’Agenzia del farmaco ha sottolineato come la terza dose di vaccino anti Covid sia in grado di fare aumentare i livelli di anticorpi. Esistono due tipologie di terza dose:

  1. la dose addizionale, che è a tutti gli effetti il completamento del ciclo vaccinale per le persone fragili,
  2. il booster che in inglese significa proprio richiamo vaccinale per tutti gli altri. Può essere consigliata a chi ha 80 anni e agli operatori sanitari che lavorino negli ospedali ma anche nelle residenze per anziani. Meglio sottoporsi alla terza dose secondo molti esperti anche se si soffra di alcune condizioni che alzano il rischio in caso di malattia. Stiamo parlando di diabetici, pazienti con cirrosi epatica o problemi cardiaci o persone con la sindrome di Down.

Ogni Paese decide in ordine sparso sulla terza dose del vaccino

L’EMA ha chiarito che la decisione di fare il terzo richiamo, o il secondo se la prima dose è stata fatta con Johnson & Johnson, spetta alle autorità nazionali dei singoli Paesi. Quindi non c’è la raccomandazione, come invece è avvenuto per le prime due dosi sulle persone che vi devono ricorrere e sui tempi di attuazione di questa parte della campagna vaccinale.

Come si prenota?

Fino a questo momento sono stati proprio i singoli Paesi a decidere in ordine sparso. Al momento sono 10 gli Stati che hanno cominciato la terza somministrazione. In Italia ha avuto l’avvio quella per le persone fragili e per coloro che abbiano almeno 80 anni e il personale sanitario. Abbiamo visto che è già possibile anche unire il vaccino anti Covid con quello antinfluenzale. Ricordiamo che comunque non è necessario farle insieme.

La prenotazione potrà essere fatta sul sito del governo, attraverso il call center oppure alle Poste o attraverso i postini.

Leggi anche…

Fonte : Ok Salute

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy