Condividi:

GERUSALEMME – In Turchia è stata rimessa in libertà la coppia israeliana inzialmente accusata di spionaggio. Lo fanno sapere con un comunicato congiunto il premier Naftali Bennett e il ministro degli Esteri di Tel Aviv Yair Lapid. Mordi e Natalie Oknin sono rientrati stamane a Tel Aviv con un volo privato organizzato dal ministero degli esteri israeliano. Nel comunicato, le autorità israeliane esprimono ringraziamento e gratitudine nei riguardi del presidente turco Recep Tayyip Erdogan e del governo di Ankara. L’arresto era avvenuto la scorsa settimana: i signori Oknin avevano scattato delle foto alla residenza di Erdogan a Istanbul. Con loro era finito agli arresti anche un cittadino turco.

A informare la polizia era stato l’impiegato di una rete radio-televisiva. L’uomo aveva visto la coppia nel ristorante situato nella torre dove ha sede anche il canale radio-tv, sulla sponda asiatica di Istanbul. A distanza, gli Oknin scattavano le loro foto al palazzo di Erdogan, di qui il sospetto che si trattasse di spionaggio e il conseguente arresto, con tanto di accusa formalizzata  e attesa di giudizio da parte di un tribunalke di Istanbul. Israele ha negato che i due fossero al servizio della sua intelligence, le accuse sono infine decadute.
 

  

  

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy